ven 02/08 - Radici



Radici
Venerdì 2 agosto / ore 21.30 

👣 Partenza Pedibus da ingresso Villa Spada ore 20.30

Spettacolo di e con Antonio Anzilotti De Nitto

Cosa vediamo in un albero?
Il tronco, i rami, le foglie, i fiori e, se arriva ad esprimersi pienamente, i frutti.
Tutto quello che vediamo di un albero è il risultato dello sviluppo delle sue radici e da quanto esse siano ben radicate nel terreno.
Per salvare un albero da una terra morente lo si estrae insieme alle sue radici ma se si vuole ucciderlo sappiamo bene che lo si separa, tagliandolo di netto, dalla propria base.
La base di un albero tagliato resta, così come le sue radici, le quali alle volte sono talmente forti da emergere ed essere visibili fuori dal terreno.
Una vita tagliata è come un albero che non ha potuto esprimersi pienamente.
Una vita che viene spezzata sfuma e si perde nel tempo ma le sue radici, proprio come quelle di un albero, restano nella terra e sono storia.

E' quanto accade in RADICI, dove storie sepolte e quasi dimenticate sono capaci di riemergere e provocare i loro effetti ancora oggi grazie alla loro forza vitale che le spinge fuori dal terreno. Una forza vitale che deriva soprattutto dal loro essere diverse dalle altre.
Per raccontarla viene utilizzato un punto di vista estremo, tipico di un periodo storico in cui la diversità è stata oggetto di ghettizzazione, deportazione e sterminio, attraverso una serie di monologhi che si susseguiranno offrendo ogni volta un punto di vista differente, e portando alla luce storie spesso dimenticate dello sterminio.

Un opera che ha un intento divulgativo rispetto ad un passato che fatica a passare, e che vuole recuperare storie ormai dimenticate ma ancora capaci di generare una riflessione su quanto è accaduto e quanto accade, cercando di trovare una connessione ultima con il razzismo presente e denudare l'umano in modo da scoprire che nudi, in quanto abitanti dello stesso pianeta, siamo tutti simili.


Ingresso: 5 euro
Info: 3476457189